Le musiche per la dislessia. Elementi teorici per il trattamento educativo-abilitativo

Leggi il libro Le musiche per la dislessia. Elementi teorici per il trattamento educativo-abilitativo PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su voluntariadobaleares2014.es e trova altri libri di Umberto Castiglione Minischetti!

Voluntariadobaleares2014.es Le musiche per la dislessia. Elementi teorici per il trattamento educativo-abilitativo Image
DESCRIZIONE
La musica e la Musicoterapia, in virtù della peculiarità del mezzo sonoro, mirano a porsi come elementi "riequilibratore e armonizzante" dello spazio interno e sociale della persona. Il suono è espressione dell'unità mente-corpo-emozioni-relazioni. Il ritmo è alla base di tutte le manifestazioni della vita, della scienza e dell'arte. È elemento di ordine e di misura; aiuta la concentrazione, l'attenzione, la coordinazione, la memoria, la percezione dello spazio e il contatto con gli altri. Il testo nasce e si propone come strumento di supporto e potenziamento per le diverse aree: Motoria, Letto-Scrittura, Sequenza, Percezione, Pensiero, Memoria, Attenzione, Linguaggio, Grafomotricità e Calcolo. Esso si rivolge a diverse figure professionali: Insegnanti, Musicoterapeuti, Psicologi, Tnpee, Neuropsichiatri, Logopedisti, Educatori, Pedagogisti.

Amazon.it: Le musiche per la dislessia. Elementi teorici ...

Risparmia comprando online a prezzo scontato Le musiche per la dislessia. Elementi teorici per il trattamento educativo-abilitativo scritto da Umberto Castiglione Minischetti e pubblicato da Armando Editore. Libreria Cortina è dal 1946 il punto di riferimento per medici, psicologi, professionisti e studenti universitari.
INFORMAZIONE

AUTORE: Umberto Castiglione Minischetti

DATA: 2019

ISBN: 9788869925023

DIMENSIONE: 4,62 MB

SCARICARE LEGGI ONLINE

Le musiche per la dislessia. Elementi teorici per il ...

L'insegnamento multisensoriale. Tratto da "Le Musiche pe la Dislessia" Armando Editore . Attraverso la musica e/o la musicoterapia, si può e si riesce a ritrovare l'ordine che sembrava perduto. Nel termine "ordine" sono comprese le infinite complessità implicite in ogni nostra azione, inattuabile senza coordinazione.