Teutoburg. Le legioni dimenticate

Abbiamo conservato per te il libro Teutoburg. Le legioni dimenticate dell'autore Giuseppe Garo in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web voluntariadobaleares2014.es in qualsiasi formato a te conveniente!

Voluntariadobaleares2014.es Teutoburg. Le legioni dimenticate Image
DESCRIZIONE
Verso la fine della sua lunga vita, Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto regna sul grande impero di Roma. Le sue provincie più lontane, costantemente minacciate dai barbari, sono difese dai migliori soldati dell'esercito romano: i Legionari. Dai boschi alle pendici del monte Kalkriese riemerge, da quel lontano passato, una terribile storia di sangue e morte: la tragedia delle Legioni perdute, inghiottite da foreste, paludi e acquitrini, testimoni scomparsi di una drammatica vicenda rimossa dalla memoria degli uomini e degli Dei. Nel settembre del 9 d.C., oltre diecimila legionari appartenenti alla Diciassettesima, Diciottesima e Diciannovesima Legione dell'esercito del Reno si batterono con coraggio e caddero con onore a Teutoburgo, sotto il comando di Publio Quintilio Varo, governatore della Germania Magna, oltre a un numero imprecisato di civili al seguito del corpo di spedizione. Questa storia vuole ricordare e onorare quegli uomini valorosi, da Roma dimenticati, strappandoli all'oblio per consegnarli alla Storia e alla memoria degli Uomini.

Teutoburgo. La selva che inghiottì le legioni di Augusto ...

Visita eBay per trovare una vasta selezione di teutoburg. Scopri le migliori offerte, subito a casa, in tutta sicurezza.
INFORMAZIONE

AUTORE: Giuseppe Garo

DATA: 2020

ISBN: 9788882381530

DIMENSIONE: 2,52 MB

SCARICARE LEGGI ONLINE

Narrativa - Libri di Narrativa storica - Libreria ...

Augusto quasi impazzì dal dolore per la sconfitta e per i morti di quella battaglia; nessuna legione ebbe più i numero XVII, XVIII e XIX ed il primo di questi da allora ad oggi è considerato numero infausto. Le insegne delle tre legioni furono recuperate anni dopo da Germanico, al tempo di Tiberio, che trovò sul posto un mare di ossa.