Anarchia 61

Scarica l'e-book Anarchia 61 in formato pdf. L'autore del libro è Massimiliano Parenti. Buona lettura su voluntariadobaleares2014.es!

Voluntariadobaleares2014.es Anarchia 61 Image
DESCRIZIONE
Tom Richards, neurologo di fama internazionale, brevetta l'High Electronic Chip (HEC), un chip che, inserito nel cervello, è in grado di ampliare a chi ne fa uso capacità e conoscenze in vari campi. Sembra l'inizio di una nuova era, ma quello che doveva essere un grande progresso per l'umanità si trasforma rapidamente in un incubo da cui pare impossibile uscire. Le persone diventano improvvisamente violente e assetate in modo morboso di energia. Nasce così l'Anarchia 61, un movimento di cui si fa carico lo stesso Richards, intento a rimediare all'errore da lui stesso causato. Nella serrata guerra tra umani e infetti, Richards sarà inoltre impegnato nella ricerca del figlio scomparso durante l'epidemia. "Mi ricordo benissimo quando è cominciato tutto. Mi ricordo benissimo quando ne ho visto uno per la prima volta. E mi ricordo benissimo quando mi resi conto che la più importante invenzione del secolo... avrebbe potuto mettere fine all'umanità...". Massimiliano Parenti è nato a Parma nel 1992. Anarchia 61 è il suo romanzo d'esordio.

Morte Principessa Sissi: Luigi Lucheni, l'anarchicò che la ...

Mi definisco un prete anarchico. Il termine anarchico viene dal greco e vuol dire contro ogni potere che opprime. Chi ha una responsabilità dev'essere a servizio e non esercitare un potere, o una repressione, o un dispotismo. Il vero anarchico può scegliere la non violenza, la svolta epocale dell'umanità.
INFORMAZIONE

AUTORE: Massimiliano Parenti

DATA: 2010

ISBN: 9788877651686

DIMENSIONE: 8,27 MB

SCARICARE LEGGI ONLINE

Policyjna anarchia - YouTube

Che cosa vuol dire essere anarchico? In linea generale, "anarchia" significa assenza di governo o scarso predominio dello stesso. Il suo concetto di società si fonda su una forma estrema di libertarismo che potrebbe attuarsi se tutti collaborassero e non vi fossero dittatori né gruppi dispotici che sfruttano i deboli.