Attacco all'Occidente

Abbiamo conservato per te il libro Attacco all'Occidente dell'autore Mario Farneti in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web voluntariadobaleares2014.es in qualsiasi formato a te conveniente!

Voluntariadobaleares2014.es Attacco all'Occidente Image
DESCRIZIONE
1992: ventanni dopo la morte di Mussolini, il nuovo Duce non è stato ancora proclamato. Un Triumvirato regge l'impero, che si estende dalla Russia alla Somalia, nell'attesa di un accordo che sciolga il nodo della successione. In Medio Oriente, però, la situazione precipita: Yasser Arafat, presidente della Federazione Araba, cade vittima di un attentato di un partito estremista, la Mezzaluna Nera, che assume il potere nella Federazione. È la scintilla che fa divampare la guerra. Il comando supremo delle Forze Armate dell'impero è affidato al Triumviro Romano Tebaldi, mentre tutti i Paesi occidentali si coalizzano contro l'invasione degli eserciti della Mezzaluna Nera. Ma la guerra è l'unico fronte sul quale si decide il futuro dell'Occidente. Molti sono i segreti, le ombre, le inafferrabili presenze con le quali Tebaldi dovrà confrontarsi, prima fra tutte quella di Ettore Majorana, lo scienziato inspiegabilmente scomparso nel 1938, le cui tracce sono riemerse in un monastero, su un'isola dimenticata...

ATTACCO all'Occidente - Il Gazzettino

Attraverso una raccolta ragionata degli scritti pubblicati negli ultimi quindici anni dalla Fondazione Magna Carta, e assumendo come centro ideale di gravità il discorso di Benedetto XVI a Ratisbona, il libro contrappone alla banale retorica della difesa degli stili di vita il nesso profondo tra l'attacco all'Occidente e la sua crisi di valori.
INFORMAZIONE

AUTORE: Mario Farneti

DATA: 2007

ISBN: 9788850211173

DIMENSIONE: 1,82 MB

SCARICARE LEGGI ONLINE

Strage di Parigi, è un attacco all'Occidente | Notizie.it

Attacco all'Occidente «1992: vent'anni dopo la morte di Mussolini, il nuovo Duce non è stato ancora proclamato. Un Triumvirato regge l'Impero, che si estende dalla Russia alla Somalia, nell'attesa di un accordo che sciolga il nodo della successione.